11 luglio 2005

volevo essere brett anderson

sarà che 11 anni fa (cristo, 11!) mi commuovevo di fronte all'ascolto di dog man star, ma trovo il disco dei the tears estremamente gradevole.

29 Comments:

Anonymous boss said...

Sono un fan anchio del combo Anderson-Butler però questi Tears a me non riescono ad entrare... Ho un'inconscia (però non giustificata) sensazione che sia un lavoro fatto più guardando i soldoni che altro; insomma mi puzza un po'; come quasi tutte le reunion

09:24  
Anonymous catpower said...

undici anni fa potevo ascoltare solo dinosaur jr e mudhoney quindi gli suede me li sono persi...

09:28  
Blogger enzop said...

@ boss: l'avessero voluto fare per soldi avrebbero mantenuto la vecchia denominazione, sarebbe convenuto. che poi i the tears siano suede al 100%, cambia poco.

@ catpauer: uno sforzo in più potevi anche farlo, però. io ascoltavo anche i dinosaur jr (i mudhoney non tantissimo, invece).

09:56  
Blogger boss said...

ok, può anche essere. Però grazie alla notorietà che hanno i due personaggi, qualsiasi nome avessero scelto per la reunion sarebbe comunque stato pubblicizzato a dovere (certo con il nome Suede avrebbero avuto più risonanza). Ma forse sono io che voglio vedere marcio a tutti i costi. chissà...

10:50  
Blogger enzop said...

e anche se fosse solo per soldi? è un buon disco, secondo me, e tanto basta. ci sono reunion molto più vergognose (specie quando si parla soltanto di reunion dal vivo)...

11:24  
Anonymous catpower said...

probabile che ai tempi li abbia ascoltati, però mi sa che era il primo disco, sull'onda di qualche articolo entusiasta, ma non mi avevano detto molto e quindi li avevo lasciati perdere...

12:38  
Blogger Antonio said...

I maledetti Suede io, li ho amati alla follia. (segue frase da perfetto indiesnob) Più i primi singoli che il primo album, grazie anche alla cover di My Insatiable One fatta dal Mozzer e che girava su cassette pirata tra noi irriducibili Piccoli Fanz. Ed, anche se non c'era più la chioma fluente di Butler, ho amato molto anche Coming Up.
I Tears non potevo non ascoltarli subito e, ti dico la verità, "Apollo 13" sicuramente troverà il suo posto tra le mie canzoni preferite del 1995.

13:28  
Blogger enzop said...

@ catpauer: ero troppo giovane quand'è uscito il primo disco... beato te che c'eri ;)

@ antonio: e li ho amati alla follia anche io, anche se credo di non ascoltare dog man star da una vita, visto che l'avevo comprato in cassetta (recupero e lo metto in coda su slsk, subito). e su apollo 13 hai perfettamente ragione, ma anche gli altri pezzi non scherzano in fatto di novantitudine...

15:06  
Anonymous nitrito (o nitrato?) d'animale said...

Ma il tuo voler essere come Brett comprendeva anche le preferenze sessuali (zoofilia a quanto mi risulta anche dai testi...)?! ;^)

16:16  
Anonymous Anonimo said...

[viva i mudhoney!]


il sir che affogò nel fango

16:25  
Blogger maxcar said...

Vanto anch'io l'attaccamento a copia in cassetta di DogManStar comprata a Londra e inserita di soppiatto sul pullman della gita del liceo. Quelli fichi gli preferivano il disco precedente. Mai ambito però a essere brett anderson

16:35  
Anonymous boss said...

io invece preferisco Coming Out. Sono sempre un po' più commercialotto :)

17:15  
Blogger più querula said...

mah io tuttora amo proprio il primo disco, altro che.

17:21  
Blogger enzop said...

@ pippo: e certo. amo gli animali, io.

@ sir: tutto bene?

@ maxcar: l'unica cassetta messa di soppiatto da me nell'autoradio di un pullman gitaiolo è stata italyan rum casusu çikti. d'altra parte, si sa, sei anni luce più avanti di me.

@ boss: coming out? cos'è, il disco segreto nel quale brett dichiara la propria omosessualità? ;)

@ + querula: pure io, ma dog man star sta un passo più avanti, nella mia personale superclassifica.

17:56  
Blogger boss said...

Sono fuso!! Sì, comunque è uno split che ho solo io!

18:37  
Blogger Enver said...

io le cassette le ho tutte. Dogmanstar, Suede, Coming Up. Per conto mio, oggi, non so manco che ce le ho. Ma se parte 'Filmstar' o 'New generation'...

20:09  
Anonymous Suzukimaruti-Midnightrambler said...

Pure io sono fermo a Dog Man Star. Ricordo che lo comprai un mattino andando a lezione, al primo anno di università. E passai le prime 2 ore a spararmelo nel CD walkman portatile.
Boh, i The Tears mi sanno di minestra riscaldata o forse fuori tempo massimo. O forse io non ho più l'età.

01:12  
Blogger enzop said...

mi piace quest'atmosfera da "dov'eri quando è uscito dog man star?". quasi quasi ci riprovo con un disco più istituzionale.

a proposito, ieri ho riascoltato a lungo dog man star, cosa che non facevo da un po' di tempo. mi ha ancora oggi spazzato via i tears, come se nulla fosse.

08:48  
Blogger Enver said...

da quando Senna non corre piùùùùùùù...

11:45  
Blogger Antonio said...

Quando riascolto The Wild Ones la lacrimuccia parte tuttoggi, nun c'è gniente da fare.
Piuttosto, mi hai fatto tornare in mente la rumorosa trasformazione di Brett Anderson nei video dei primi due dischi: da frocione tossico nei primi a fighetto tossico nel secondo (cfr. appunto Wild Ones). Meno male che poi, con i video del terzo disco (meglio del primo, qui la dico e qui mi attiro le bestemmie) presero Neil Codling - che sempre sia lodato - ed il ruolo di sex symbol gay fu assicurato altrove.

14:40  
Blogger Enver said...

no no, Coming Up è il capolavoro... cinque singoli uno meglio dell'altro, che stiamo scherzando?

14:56  
Blogger più querula said...

mmh io piazzo l'ep di stay togethersu tutti..
e pensare che non l'avro pagato neanche un pound

15:46  
Blogger boss said...

allora non sono l'unico a preferire coming up! Yeah

15:50  
Blogger enzop said...

@ antonio: confermo l'evoluzione video di anderson. sul migliore album degli suede, già detto.

@ enver: bè, conta anche i potenziali singoli in dog man star...

@ più querula: fottutamente indiesnob ;)

@ boss: sì, ma sai, oggi è hype pensarla esattamente agli antipodi di enver, quindi... ;)

16:19  
Blogger più querula said...

ese aggiungo che oltretutto ce l'ho in cassetta?!

16:34  
Blogger Enver said...

oggi è hype, domani no (come 'domani si fa credito, oggi no' nei baretti sporchi di una volta)

17:18  
Blogger enzop said...

@ più querula: sempre più indiesnob, non c'è che dire (ma originale?).

@ enver: che belli quei cartelli...

08:42  
Blogger Enver said...

a Urbino invece dei cartelli 'Benty' ci scriviamo quelli dei baretti ('allegria sì, bestemmie no', tipo. rispettarli sarà un problema)

10:14  
Blogger più querula said...

cassettina originale, sì!

12:13  

Posta un commento

<< Home